Qualunque sia lo spogliatoio che abbiate frequentato sicuramente avete visto qualcuno alle prese con del nastro bianco, il famoso TapeL’immagine più classica del Tape è quella del giocatore di calcetto, ma è molto diffuso anche in altri campi come l’arrampicata, il rugby etc…

Cosa è? e a cosa serve?

Partiamo dal dire che si tratta di una semplice benda anaelastica, quindi un nastro rigido, non ha nessuna proprietà intrinseca, il razionale che sta dietro un bendaggio funzionale è quello di “irrigidire” una zona (di solito la caviglia o le dita delle mani) che, per qualche motivo, si ha paura di infortunare, spesso perché una lesione c’è già stata e abbiamo paura!

Secondo punto fondamentale è che confezionare un bendaggio richiede tecnica e competenza, sarebbe meglio quindi evitare il fai da te, anche perché esistono delle possibili conseguenze, se la fasciatura è stata male eseguita.

Ma detto ciò, è davvero utile???

La risposta è: dipende!

 

In generale si utilizza il bendaggio funzionale quando si riprende a praticare lo sport dopo l’infortunio, come a volersi proteggere, ma va detto che la maggiore rigidità che otteniamo (sempre che riesca ad essere significativa) si perde dopo circa 15 minuti, tra movimento e sudore, quindi, realisticamente, il vantaggio è più psicologico che altro.

Nulla di male no? No, ma dipende!

Se utilizzo questa tecnica solo un paio di volte, per convincere un giocatore impaurito a rientrare in campo, o se mi serve per aiutare un atleta che ha una competizione importante e si è fatto male poco prima, beh ben venga tutto ciò che mi da una mano. Ma spesso il giocatore poi non vuole più competere, o peggio nemmeno allenarsi, se prima non riceve il suo bendaggio, questa dipendenza creerà dei problemi, il banale giorno in cui è finito il nastro e non si può confezionare il bendaggio per esempio, ma soprattutto contribuirà ad indebolire la caviglia, a livello muscolare e propriocettivo, e quindi in definitiva aumenterà il rischio di infortunio!

Concludendo, il bendaggio ha dei vantaggi e delle possibili controindicazioni, affidati sempre al tuo Fisioterapista sportivo!

 

 

Call Now ButtonScroll Up